SATURNO

SATURNO IN SCORPIONE 2012-2014

 

Saturno in Scorpione mette in evidenza il nostro inconscio collettivo. Inconscio collettivo è un termine usato da Jung per descrivere alcune forze primordiali che muovono l’uomo da sempre, come miti, religioni, sogni, archetipi, e che riuniscono ciò in cui l’uomo crede: “La Grande Madre, il Senex, Il Puer, Il Mare, il Diluvio, la Morte e Rinascita”, sono alcuni esempi. Scrive Jung:

«Gli archetipi: al mondo effimero della nostra coscienza essi comunicano una vita psichica sconosciuta, appartenente ad un lontano passato; comunicano lo spirito dei nostri ignoti antenati, il loro modo di pensare e di sentire, il loro modo di sperimentare la vita e il mondo, gli uomini e gli dei. L’esistenza di questi stati arcaici costituisce presumibilmente la fonte della credenza nella reincarnazione e nella credenza di “vite anteriori” » (Carl Gustav Jung, 1939, p.278).

Il periodo che dura due anni circa, da Ottobre 2012 a Dicembre 2014 con Saturno in Scorpione abbinerà la forza di Marte e Plutone alla strategia del Capricorno. Un periodo di lotta per la sopravvivenza, anche economica. Ma in primo piano sarà la lotta personale che ciascuno di noi dovrà affrontare con la Paura, l’Invidia, la Rabbia, le Passioni Distruttive, che, con l’aiuto di Saturno-razionalità, dovremo evitare per non cadere in pesanti disastri, anche economici, visto che astrologicamente lo Scorpione si oppone al segno delToro, il segno della ricchezza e dell’abbondanza. I sacrifici continueranno e ci vorrà tempo prima che l’economia globale, la struttura del mass-media-marketing, possa produrre altra ricchezza, quindi stagflation, recessione, stagnazione e problemi vari perdureranno finchè la struttura globale che regola l’economia non troverà un nuovo assetto, più giusto ed equilibrato. E’ finito quindi il periodo degli eccessi. Il conto verrà presentato a chi ha tradito le aspettative e trovandosi in posizioni privilegiate non ha avuto la forza di sacrificare i propri interessi a favore della collettività. Il rapporto tra Scorpione e Saturno è spiegato bene, per assonanza, nelle parole di Albert Einstein:

 

“The intuitive mind is a sacred gift and the rational mind is a faithful servant. We have created a society that honors the servant and has forgotten the gift.” ~Albert Einstein

La mente intuitiva è un dono sacro e la mente razionale un fedele servitore. Abbiamo creato una società che onora il servitore e ha dimenticato il dono.”

 

La mente intuitiva è una voce sommessa che ammonisce che non si può star bene, se non stiamo “tutti” bene, e che è necessario sacrificare del nostro “io”, a favore anche degli altri, del bene collettivo, quindi. Questo cambio sarà sempre più necessario a partire da chi è in posizione di comando, o leader, via via fino alla persona più umile. Fino ad ora però i sacrifici sono stati imposti da chi comanda, dai leader, solo ai deboli, mentre i potenti hanno cercato quasi esclusivamente il proprio beneficio personale o quello del gruppo, ignorando che siamo tutti, come si diceva ai miei tempi, “sulla stessa barca”.

Un transito di questo tipo, Saturno nel segno delle acque stagnanti ed infide, presuppone fedeltà e affidabilità, come risultato di un lavoro lungo e meticoloso che ha l’obiettivo di sviscerare, attraverso un’attenta analisi dei pro e dei contro, i nostri errori del passato. A parte le accezioni negative e sinistre di Saturno nel corso del Medio Evo, oggi si registra un’evoluzione: a partire dal Rinascimento viene riconosciuta a Saturno una “struttura concettuale positiva” legata a doti particolari, quali la genialità, la sapienza, la profezia. Tutte qualità decisive nelle nostre vicende personali. In realtà, Saturno è il pianeta del karma, dei limiti e della disciplina, che spesso ci costringerà a confrontarci con le nostre lezioni del passato e chiederà sempre più di fare uso della saggezza (Qualità dell’altro gigante dello Zodiaco: Giove) prima di poter entrare in un nuovo ciclo. Come Giove, Saturno ha un sistema complesso di Lune, dieci Lune in tutto. La più grande, Titano, ha la stessa dimensione di Mercurio. Come Giove, Saturno è secondo solo al Sole in potere gravitazionale, e ciò lo rende un “peso” notevolissimo in termini di potere spirituale. Come Giove, Saturno è un maestro spirituale. Giove è l’espansione al potere, Saturno la contrazione del potere spirituale. Sono i primi a risentire di questo effetto il Toro, l’Acquario ed il Leone, che spesso di spirituale hanno bene poco, ne favoriranno Cancro e Pesci. Dei pianeti spirituali, si può anche dire che sono le ottave superiori dei pianeti personali. Saturno è considerato l’ottava superiore della Luna, legati insieme attraverso il concetto di karma. Il simbolo di Saturno è una croce e sulla cima, una falce di luna. La Luna come anima, Saturno come Giudizio.

 

Spiritualmente, Saturno è associato sia con il chakra della radice e la corona. Come il governatore della radice, Saturno si riferisce l’elemento terra, il mondo fisico e tutte le prove e le limitazioni che vengono con l’essere nel mondo. Come il capo della serie planetaria e coronazione ultima, Saturno rappresenta la

risoluzione del karma, ed il rientro (rinascita) in una maggiore coscienza collettiva.
SATURNOultima modifica: 2012-10-09T13:43:41+02:00da pabloandres
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento