L’ingresso di Giove in LEONE

zeus-eraL’ingresso di Giove in LEONE

Questo affascinante movimento della volta stellare si presenta come occasione unica per aggiungere un potente filo logico al nostro discorso, astrologico e non, in modo che sia chiaro, brillante e fortunato.
Quando si parla di giove in leone è giusto parlare dell’archetipo solare, così presente in tutte le culture da migliaia di anni e che rappresenta qualche forma di eroe o semidio con superpoteri.
Il Leone in particolare è il quinto segno regale e secondo segno fisso dello zodiaco in cui sta facendo or ora la sua iperbolica, istrionica e fragorosa entrata Giove.

Il cambio può essere interpretato o visto come una ruota della fortuna che sta per girare, o così pare, visto che c’è di mezzo ancora per qualche giorno una venere in gemelli estremamente polemica, e bugiarda.

Nella vita privata ed in amore giove in leone e l’asse inclinato Leone-Gemelli indica coppie che si fanno e si disfano velocemente. In questa commedia in cui l’amore è come godot, siamo sempre lì ad aspettarlo, ma come nasce, muore, oppure non arriva mai! Quanti siano quelli che credono in questo, non lo so, ma prima o poi ogni storia finisce, questo è il realismo leonino.

Orbene rimaniamo realistici nel considerare che l’archetipo solare, sole e altre stelle, presente in archeostoria tanto in colombia peru, egitto, china, è un chiaro sintomo omnipresente nella pische umana di una speranza, desiderio, aspettativa, ed anche un invito all’incontro con l’alieno. Superiore, maestoso, come un’aereonave spaziale con tutte le sue luci accese che ci sovrasta stile steven spielberg, l’alieno si avvicina per conquistare la terra. Che altro interesse potrebbe avere l’alieno? Quello di spiarci? No no. Quello di allearsi? no no. Quello di dominarci?

Il sentimento che suscita il leone negli altri è quello dell’invidia (acquario) appunto per la sua brillantezza, i suoi poteri.
In realtà sarebbe meglio ammirarlo, che è un sentimento positivo. Essere invidiosi invece equivale ad essere insoddisfatti, immaturi, repressi o frustrati, a causa della bellezza, dei soldi, del sesso, del potere, la libertà, l’amore, la personalità, l’esperienza, la felicità degli altri, ma specialmente le nike, le vittorie degli altri.
La sportività non appartiene al leone che vuole vincere a tutti i costi, sempre. Sempre al centro dello spettacolo.

Nella mitologia greca Zeus spodesta Crono (saturno-il tempo). Crono fu quindi incatenato da Zeus perché il suo corso non fosse illimitato e perché fosse legato con i vincoli delle stelle.
E attraverso questa lotta che Zeus conquista la sua posizione invidiabile nell’olimpo dove regna imperituro.
Nella religione greca è il re, capo, sovrano e padre degli dèi, il sovrano dell’Olimpo, il dio del cielo e del tuono. I suoi simboli sono la folgore, il toro, l’aquila e la quercia. Tutto l’ampio settore del maschilismo autoritario gli appartiene.

Il Jupiter greco si differenzia dal suo successore romano per quanto riguarda le statistiche dei tradimenti e delle conquiste amorose ( quinta casa solare, quella dei figli). In Leone l’aspetto gioviale del tradimento sistematico è in evidenza, molto maschile, molto ambizioso indaffarato e fondamentalmente annoiato dal suo stesso essere dio (god, oh my god).
Vive del proprio riflesso nello specchio dell mondanità. . Sentendosi dio ha sempre ragione: “cerchiamo di divertirci con questi semplici mortali, loro sì sono divertenti”.
Il Leone è sostanzialmente anche il segno del giocatore, dell’avventuriero.

Ma a parte le conquiste (ce ne sono sempre nuove da fare) si può ammirare giove in leone dove si riconosce che il sole è universalmente, quindi per tutti nessuno escluso (sempre acquario), l’unica fonte di calore, di luce e di bellezza. Luce è vita, senza la quale si perisce.Il sole come simbolo circolare e necessaria sorgente di vita, ma allo stesso tempo divo creatore di tutte le cose, e il fatto che la sua potenza si estenda provvidenziale e necessaria su tutti noi, ha preso tanti nomi, Aton, Adamo, Mosè, Cristo, Buddha, Mithra, Visnu.
Gli scienziati ci avvisano che questo concetto di immortalità più semplice è quello dalla vita media di un sole, decine di miliardi di anni. Può bastare. Finchè dura.

Semplice e diretto anche l’altro messaggio di giove, quello della verità, il leone è un segno sincero fino alla brutalità.
Giove è stimolato già da adesso dai segni di fuoco: il sagittario, da cui deriva la sua forza filosofica, e l’ariete, leader dell’esemplarità e delle virtù dell’eroe, ricreando così un idealismo di correttezza, di signorilità, di rispetto, che sinceramente credo sia un valore comune ed andrebbe recuperato.

ISSIONE

issione-1374IL CRIMINALE ISSIONE
C’è Plutone, i Plutini e tra i Plutini poi c’è anche Issione, un asteroide, un grosso sasso sperduto nella Kuiper Belt scoperto nel duemilaesei, il ventidue maggio. Da allora questo piccolo asteroide ha attratto molto interesse da parte degli astrologi moderni che si sono concentrati su questo oggetto spaziale che vaga tra nettuno e plutone e che rientra nelle energie dialettiche del segno dei Gemelli. Il nome proviene direttamente dalla mitologia greca e… la storia di Issione è molto interessante. Era un re. Un re cattivo a quanto pare. Che fa una fine orribile legato da una ruota di tortura.

Astrologicamente la sua posizione di domicilio nel segno dei Gemelli rappresenta la dialettica della ruota dei segni mobili, che gira perennemente tra colpa, espiazione e perdono.

Della storia di Issione si trovano traccie sicure in Pseudo-Apollodoro, Diodoro Siculo, Igino, le Favole, Ovidio, le Metamorfosi, Pindaro, le Odi, Stazio, Tebaide, Virgilio, Georgiche . Brevemente il racconto si svolge come conflitto tra due leaders: Issione, re dei Lapiti, era figlio di Flegia, e di Ares, dio della guerra. Issione sposò Dia, figlia del re Deioneo, che gli generò Piritoo. Quando Issione chiese la mano della giovane, promise all’altro re Deioneo ricchi doni nuziali. Ma, allorché questi, dopo il matrimonio, gli richiese i doni pattuiti, Issione scavò una fossa dinanzi alla soglia del palazzo, con delle braci accese sul fondo, e a tradimento vi precipitò Deioneo, che morì bruciato. Benché le divinità minori giudicassero orrendo questo crimine e rifiutassero di purificare Issione, Zeus, che si comportava altrettanto male quando era innamorato, mosso a pietà, non soltanto lo purificò, ma lo invitò sull’Olimpo alla mensa degli dèi. Issione si dimostrò ingrato e meditò di sedurre Era che, egli pensava, sarebbe stata ben lieta di vendicarsi delle molte infedeltà di Zeus. Ma Zeus, indovinando le intenzioni di Issione, diede a una nuvola la forma di una falsa Era, e con essa Issione, col cervello troppo offuscato dal vino per accorgersi dell’inganno, si prese il suo piacere.

Zeus lo colse sul fatto e ordinò a Ermete di fustigarlo senza pietà finché egli avesse ripetuto le parole:
“I benefattori devono essere onorati”; poi lo legò con lacci formati da serpi a una ruota di fuoco che rotola senza posa nel cielo. La falsa Era, chiamata in seguito Nefele, generò a Issione il bastardo Centauro che, a quanto si dice, divenuto adulto si unì alle cavalle del monte Pelio in Magnesia e generò a sua volta i Centauri, tra i quali il saggio Chirone fu il più celebre. Secondo alcuni i Centauri erano la progenie stessa di Nefele. Spesso il castigo di Issione è posto agli Inferi, nel Tartaro, accanto a quello dei grandi criminali. In astrologia questo punto dell’oroscopo viene occasionalmente usato ma ha un significato profondo quando è accentuato dai rapporti di congiunzione con Lilith ad esempio, la dea della ribellione. In questo caso, esaminando grafici di criminali condannati, oltre ai crimini citati, c’è anche quello di “child molester”, Issione come orribile stupratore di bambini.
A parte questo, Issione rimane un punto fisso (il periodo di rotazione è simile a quello di Nettuno, 250 anni) dell’oroscopo personale che va interpretato come segue:

Parola Chiave: Io Distruggo

Pregi:

Liberazione dal rancore e dall’ira

Difetti:

Ira, Tradimento, Ossessione, Omicidio

Issione rappresenta il lato sessuale senza tabù selvaggio e animalesco dell’uomo, la brutalità, il tradimento, l’adulterio, l’omicidio.

Essenzialmente però il tutto comincia con il ruolo della donna come un oggetto da comprare, questa mercificazione della donna pare avere ancora un posto nella storia degli esseri umani, la schiavitù è dura da debellare, e anche se ci stiamo ancora lavorando, i lavori sono in corso.
Nell’immagine: nel lapidario del Museo di S. Maria delle Monache a Isernia una pietra dove è raffigurato a rilievo un uomo nudo che, a gambe divaricate in modo da formare un angolo retto, è inserito in una ruota perfettamente circolare. Il viso barbuto è piuttosto rovinato. la mano destra, anch’essa rovinata, è trattenuta all’innesto di uno dei raggi mediante un legaccio che sembrerebbe essere un serpente. La parte di destra della figurazione e quella in basso sono mancanti delle parti terminali, ma la simmetria complessiva è sufficiente per farci comprendere che si tratta di una immagine derivata dal mito di Issione,
Ovidio vede Issione ruotare lentamente legato alla ruota e si spiega così:
“Ovidio vede Issione che gira legato alla ruota ed intende di un che s’insegue e si fugge allo stesso tempo”.
Chiasmo come struttura a croce, come « Le donne, i cavallier,
l’arme, gli amori,… » di (Ludovico Ariosto. L’Orlando furioso)
e poi Ovidio e Ariosto, io credo, non guastano mai.

LUNA IN SCORPIONE

Venus_globe
LUNA IN SCORPIONE
Le persone con la luna in Scorpione sembrano avere una sorta di radar o sonar interiore che permette di “vedere” in anticipo situazioni pericolose. Ma il problema è che sono attratte proprio da queste, vogliono vivere situazioni intense e drammatiche, perchè solo attraverso la netta distinzione tra bene e male, bianco o nero, riescono a capire cosa provano. E’una luna fredda, un pò cinica e battagliera che non lascia trapelare nulla di quello che veramente …sta provando dentro di sè. E’ la luna di persone chiuse, reticenti, sovversive, ossessive, con un mondo emotivo sprofondato nel buio cosmico, un buco nero che tutto divora e che spesso tengono nascosto. In qualsiasi momento della loro vita possono vivere un dramma emotivo profondo e dominante di cui non possono neppure parlare (non dimentichiamo che il segno opposto, quello del Toro, domina la gola e la vocalizzazione). Anche quando questo soggetto sembra leggero , felice, allegro , segretamente porta nella coscienza qualche segreto inenarrabile. Hanno anche paura di sembrare trasparenti, temono di perdere il controllo delle proprie emozioni e che i loro drammi privati possano diventare pubblici (quadratura con il segno dell’Acquario). Odiano essere vulnerabili. Per questo sono estremamente difensivi, specialmente nei confronti dei figli del sesso opposto, che sfidano continuamente. Potenzialmente tutte le posizioni Lunari nell’oroscopo sono un fattore positivo di protezione e sostegno ai figli, quindi possono diventare ottimi genitori, ma nel caso specifico di una Luna in Scorpione, quando è fortemente lesa, da Marte, Urano o Saturno, avviene proprio il contrario, anche perchè i figli stessi tendono ad allontanarsi da genitori così difficili di carattere. Il problema rimane questo, e cioè che tendono a far rivivere i traumi che loro hanno vissuto, agli altri, alle persone vicine. E chi c’è di più vicino di un figlio, od una figlia? Come fa anche l’animale scorpione, che sotto pressione o in situazione drammatiche si sacrifica (ce lo saremmo mai aspettati?) ci sorprende. E’ di fatto l’unico segno che in situazioni estreme preferisce il sacrificio in favore di quelli stessi che ha combattuto fino ad un minuto fa così fortemente.
Valli a capire, direbbe qualcuno, ma in genere le situazioni drammatiche hanno sempre una loro logica, ed inevitabilmente questi eccessi diventano distruttivi. La Luna nel Tema Natale indica il periodo dell’innocenza, dell’infanzia, e questa qualità in alcuni soggetti con predisposizione per la spiritualità possono dare risultati straordinari in termini di assistenza ed aiuto per gli altri, proprio per le loro qualità di sacrificio personale ed abnegazione. Quindi nel caso di una Luna in Scorpione con ottimi aspetti con Sole Luna e Mercurio, principalmente in segni d’acqua come Cancro e Pesci, troviamo anche benefattori dell’umanità, scienziati, ricercatori, psicologi, astrologi, spesso ottimi confidenti, persone che sanno ascoltare, e bravissimi a mantenere un segreto. Basano tutta la loro vita sulla ricerca filosofica del concetto di empatia, giustizia ed eguaglianza. Un esempio per tutti? Nelson Mandela.

VENERE IN ARIETE

Venus_globePunto alfa o punto omega di un ciclo che dura circa 225 giorni, la voluttuosa venere oggi si trasforma, veste i panni stretti dell’atletico segno dell’Ariete, emergendo dalle profondità dell’oceano Pesci per rientrare nel fuoco dell’Ariete….
Se pensiamo all’animale, che dovrebbe essere il muflone, se non il bufalo, da cui imbufalire, è di fatto abbastanza aggressivo, ma non pericoloso. Venere emerge dalle profondità acquose dei Pesci per rinascere.
Per fare questo ha bisogno di dominare l’impulsività (che in questo periodo è alta).
E di venire a patti con tutte le contraddizioni ed i paradossi dell’intricato rapporto che esiste, dentro di noi, tra la parte che “vuole” solamente le cose, e l’altra, quella che analizza la situazione e ci ti dice se queste “cose” che vogliamo, le vogliamo veramente? Sono possibili?
Sono azzardate? Questo tipo di riflessione richiede parecchio tempo, pazienza, e fatica.
Ed equivale a stabilire delle priorità, quantificare lo sforzo, valutare i benefici, etc…
L’Ariete è il segno di Marte, espressione di vitalità incontenibile, segno di fuoco, creatore e distruttore.
Il suoo carattere maschile si riflette in un tipo irruento, in perenne agitazione, spontaneo,coraggioso, entusiasta, intraprendente e possiede una gran voglia di vivere.
E’ un segno “giovanile”, cioè pieno di conflitti e contraddizioni, specialmente in polemica con la famiglia, o le istituzioni, l’autorità ed in genere il potere costituito, la realtà istituita, per cui in lui ogni riflessione viene sempre dopo l’impulsività, la rabbia, ed il non sapersi fermare.
Sa istintivamente ciò che vuole, è indipendente e sa difendere i propri interessi, ma possiede altresì una fiducia illimitata verso se stesso che lo spinge spesso alla faciloneria, se non adirittura ad imprese impossibili, tipo fissarsi su una persona sbagliata, o non disponibile.
In mitologia l’Ariete era ritenuto da tutti i popoli antichi l’animale più idoneo per i sacrifici agli Dei da cui ottenere favori e grazie. Tale concetto è stato ripreso dalla religione cattolica per la quale l’Agnus Dei rappresenta il Cristo che, col sacrificio del suo sangue sparso sulla croce, ha redento il mondo, permettendo all’umanità la Resurrezione ed alla vita eterna. L’Ariete è quindi simbolo di catarsi (purificazione) per giungere alla libertà ed alla pienezza della vita spirituale. La testa di ariete anticamente era una semplice “macchina da guerra” formata da un palo che da una parte aveva inserita una grande testa di legno o di metallo dell’animale che serviva a sfondare le porte. Questa Venere in Ariete si comporta più o meno così, se vuole qualcosa abbastanza fortemente, è disposta a sfondare porte per averlo.

I RENZINI

Matteo Renzi è Capricorno, nato al tramonto, ascendente Gemelli. http://www.astrotheme.com/astrology/Matteo_Renzi
Condivide l’ascendente gemelli con un’altro personaggio molto recente delle politica italiana, Beppe Grillo. Quest’ultimo da quando si è insediato con il suo gruppo M5S, è motivo di delusione per molti di quelli che hanno creduto in lui per un rinnovamento, limitandosi ad una politica dell’insulto, della negazione, senza idee di come questa rinascita e rinnovamento della politica italiana dovrebbe in realtà avvenire e soprattutto mancando di delinearne la struttura, senza chiarire come la nuova politica dovrebbe essere basata e su quali regole (nuove).
Un motivo c’è, la politica italiana è ormai un meccanismo vetusto e corrotto, e la corrosione ha sfigurato i delicati ingranaggi che la dovrebbero muovere in avanti. Infatti è praticamente ferma, allo stallo. Ma tant’è, ecco qui l’apparire il nuovo delfino della sinistra italiana. E con l’ascendente Gemelli, è quasi tutta apparenza. Ma perchè un’ascendente Gemelli delude? Bisogna capire che è regolato da Mercurio, e quindi diventa simpatico, sì, ma inaffidabile. A suo vantaggio questo Mercurio è il signore della chiacchera veloce, in politica un fattore vincente, e della convenienza nel saper cogliere le occasioni, aspetto evidente sia in Grillo che in Renzi, ma questo non basta. Mancano di visione, di struttura e di convinzione. Con Mercurio e Venere in Acquario in IX casa, Renzi manderà avanti un ristretto gruppo di amici, il tipico armiamoci e partite, rimanendo fermo in qualche luogo a rifletter e pensare, tipico del Capro.
Inoltre è sospetto il Nettuno di Renzi, con Marte, in VI casa, che darà una certa nebulosità e impulsività al lavoro che questa persona svolge. Di nebulosità ne abbiamo già abbastanza ci vorrebbe qualcosa di solare, un vero leader, un idealista con idee chiare e concrete. Dubito che questo possa venire da un Quadro di Nascita come quello di Renzi anche perchè la sua Luna in Capricorno congiunta Sole in VII, che è in esilio, manca di fantasia e della capacità di infiammare le folle. Maurizio Crozza, che di politico non ha nulla, ma è un uomo di spettacolo, ha delineato in modo esemplare i comportamenti di Renzi nelle sue varie gustose parodie, le migliori che il comico genovese ha estratto dal cilindro che ha per cappello. Vivendo all’estero si ha un “feeling” chiaro di ciò che il quadro italiano trasmette (anche l’Italia è Gemelli) e la stampa estera rimarca questo aspetto che è quello di comicità, mischiata a drammi veri. Un vero melodramma, insomma.

VENERE E MARTE

Ci sono due momenti interessanti in arrivo per il 2014, che coinvolgono due pianeti, Venere e Marte.
Venere è il desiderio, Marte il coraggio, l’azione. Ci sarà una costante quadratura fra queste due energie, una maschile, Marte, e l’altra femminile, Venere. E’ come assistere ad un interessante scontro tra due avversari. Nello schema primordiale dei pianeti, quello schema che in astrologia distingue “domicilio, esilio e caduta”, sono indicate le varie fasi nel percorso del pianeta a seconda del segno che attraversa. Ad esempio Venere, bloccata in Capricorno è la Venere Saturnina, fredda, invernale, sterile. Marte in esilio in Bilancia, la troviamo spesso negli atleti, ma anche nei ballerini, che fanno dell’equilibrio e dell’armonia un elemento fondamentale per la loro attività fisica. Ma è in caduta perchè non tutti noi riusciamo a mantenere sempre l’equilibrio necessario specialmente nel campo di imprese difficili, molto difficili. Questi due pianeti contemporaneamente in moto retrogrado segnano il tempo che dovremo attraversare, un momento di ricerca di equilibrio, e di qualche sacrificio collettivo. Ad esempio Venere rimane in Capricorno dall’8 Novembre 2013 al 5 Marzo 2014. Marte resta in Bilancia per più di 8 mesi, da oggi, 8 Dicembre, fino al 26 Luglio 2014.
Chi fosse interessato a capire come questo aspetto direi straordinario delle risorse planetarie disponibili, può consultare un buon astrologo e astenersi dalle previsioni dei rotocalchi basate sui segni, che non significano nulla. E’ una questione di sfumature, spesso piu di cinquanta sfumature direi. Però si può prendere come esempio un Tema Natale per capire gli effetti. Chi ha un Ascendente in un segno Cardinale, quindi Ariete, Cancro, Bilancia o Capricorno, sentirà molto questo transito che equivale a cambi epocali nei loro programmi, visto anche che a parte Venere e Marte, c’è Urano che staziona in Ariete, il segno della battaglia. Queste persone dovranno fare uno sforzo per accettare dure realtà, ed il loro karma sarà pesante in questo periodo. I più fortunati, diciamo così sono le persone che hanno forti energie nei segni mobili, Gemelli, Sagittario e Pesci, semplicemente perchè “si muovono meglio” in situazioni di difficoltà. I segni fissi, Toro, Leone, Scorpione ed Acquario, sempre in senso generale, molto generale, possono nutrire molte ambizioni di potere e potranno arrivare in situazioni molto favorevoli se danno spazio al duro lavoro senza sosta, e senza fronzoli.
Venere è anche uno dei pianeti mistici insieme a Nettuno. La fase retrograda favorisce per chi ne è portato ad una fase di meditazione cosmica. Alla ricerca della propria luce interiore, in un momento di buio mondiale. Ciò si può ottenere con pulizia rituale , purificazione , anche la preghiera , la riflessione interiore , la calma in preparazione per un rinnovamento dello spirito e, infine, una ri -nascita della luce dall’interno verso l’esterno. E’ un percorso che esiste da sempre, l’uscita dalla grotta, verso la luce, oppure i 40 giorni di Gesù nel deserto. Secondo i Vangeli, dopo essere stato battezzato, Gesù digiuna per quaranta giorni e quaranta notti nel deserto. In questo periodo il diavolo lo tenta per tre volte.
La prima tentazione riguarda il cibo:
« Il tentatore allora gli si accostò e gli disse: «Se sei Figlio di Dio, di’ che questi sassi diventino pane». » (Matteo 4,3)
La seconda tentazione riguarda l’obbligare Dio ad intervenire:
« Allora il diavolo lo condusse con sé nella città santa, lo depose sul pinnacolo del tempio e gli disse: «Se sei Figlio di Dio, gettati giù, poiché sta scritto: Ai suoi angeli darà ordini a tuo riguardo, ed essi ti sorreggeranno con le loro mani, perché non abbia a urtare contro un sasso il tuo piede». » (Matteo 4,5-6)
La terza tentazione è una richiesta da parte del diavolo di essere adorato:
« Di nuovo il diavolo lo condusse con sé sopra un monte altissimo e gli mostrò tutti i regni del mondo con la loro gloria e gli disse: «Tutte queste cose io ti darò, se, prostrandoti, mi adorerai». » (Matteo 4,8-9)
Ogni tentazione è rifiutata da Gesù con una citazione della Bibbia tratta dal libro del Deuteronomio. La prima risposta di Gesù è:
« Ma egli rispose: «Sta scritto: Non di solo pane vivrà l’uomo,
ma di ogni parola che esce dalla bocca di Dio». » (Matteo 4,4)
La seconda dice:
« Gesù gli rispose: «Sta scritto anche: Non tentare il Signore Dio tuo». » (Matteo 4,7)
E infine la terza risposta afferma:
« Ma Gesù gli rispose: «Vattene, satana! Sta scritto: Adora il Signore Dio tuo e a Lui solo rendi culto». » (Matteo 4,10)
« Subito dopo lo Spirito lo sospinse nel deserto e vi rimase quaranta giorni, tentato da satana; stava con le fiere e gli angeli lo servivano. » (Marco 1,12-)”
Questa rinascita ,o Renovatio , si svolge durante il punto centrale di questo processo di inversione del moto di Venere, che avviene il giorno 11 gennaio, quando Venere ( amore) si accoppia e congiunge con il Sole (Luce) , ma inizia con il Solstizio , il 21 dicembre e dura fino al 31 gennaio 2014.

La fortuna

La fortuna

Post n°287 pubblicato il 13 Novembre 2013 da pablo andres
 
Foto di pabloandres50

Il concetto di fortuna si inquadra in astrologia nell’asse Gemelli (Mercurio) e Sagittario (Iove, Zeus per i greci). Ma esiste davvero la buona sorte? Quando un cliente mi chiede se funzionano amuleti, scongiuri, riti, rispondo sempre uguale:

“Funziona ciò in cui tu credi.”

Nell’asse Gemelli-Sagittario (quindi 3a e 9a casa) risiede il nostro modo di pensare il nostro atteggiamento mentale. E’ quindi altrettanto ovvio che guardandosi in giro vedremo a colpo d’occhio alcune persone hanno una vita di successo e tutto sembra filargli liscio, mentre ad altre, al contrario, non ne va una dritta, Fantozzi e la sua saga ne è l’esempio cinematografico (grazie Paolo Villaggio), oppure chi trova subito l’anima gemella e chi colleziona una delusione d’amore dopo l’altra. Si può capovolgere la sorte e costruire un futuro migliore? Se prevale Mercurio (quindi Gemelli e Vergine) riterremo che la fortuna non esiste, se prevale Giove (Sagittario e Pesci) ci sarà invece un continuo affidarsi ed invocare i numi che ci diano grazie di vario tipo. Rispondere a queste domande non è certo facile con davanti il Tema Natale, con il quadro astrale personalizzato si potrà fare certamente un pò di chiarezza. E’ comunque anche certo che esiste il libero arbitrio, la possibilità di fare delle scelte, la voglia di fare, di crescere che ha buona parte del merito di ciò che siamo e di ciò che riusciamo a realizzare nella vita. Ma l’astrologia da sempre, sia che nasci principe o poveretto, và un pò più in là, analizzando la ruota del karma. Eh si, pechè pensare di essere padroni del proprio destino è azzardato almeno alquanto il volo di Icaro. Tutto ruota tutto gira tutto cambia e tutto si trasforma, quindi fino a chepunto credi di essere fortunato? Solo quanto gli dei, (il cosmo, la natura, il creatore) te lo permetteranno. Ed il pensiero degli dei su di noi risuona in quelle energie che vediamo nel quadro di nascita. Con il termine «fortuna» s’intende: «Una serie di eventi e di circostanze non spiegabili razionalmente». La parola «fortuna» deriva dal latino fors, fortis ovvero «caso, sorte»; è interessante notare, però, come il significato di «buona sorte» fosse assente in origine. In pratica, secondo i latini la fortuna in sé non era né buona né cattiva ma semplicemente legata al caso. Tuttavia, come affermò William Jennings Bryan, politico americano vissuto tra l’Ottocento e il Novecento, «Il destino non è questione di fortuna; ma è questione di scelte. Non è qualcosa che va aspettato, ma piuttosto qualcosa che deve essere raggiunto». Vista da questa prospettiva, possiamo considerare la «fortuna» come un mix fra preparazione (Mercurio) e opportunità (Giove). E sono proprio questi due concetti che fanno la differenza in fatto di qualità di vita e risultati raggiunti. Lo stesso filosofo Seneca ci suggerisce che quella che noi chiamiamo «fortuna», in realtà, altro non è che «il momento in cui il talento incontra l’occasione». Per essere fortunati, dunque, dobbiamo essere pronti a raccogliere le opportunità.

“Gli ho chiesto la forza
e Dio mi ha dato difficoltà per rendermi forte.
Gli ho chiesto la saggezza
e Dio mi ha dato problemi da risolvere.
Gli ho chiesto la prosperità
Gli ho chiesto il coraggio
e Dio mi ha dato pericoli da superare.
Gli ho chiesto l’Amore
e Dio mi ha affidato persone bisognose da aiutare.
Gli ho chiesto favori
e Dio mi ha dato opportunità.
Non ho ricevuto nulla di ciò che volevo
ma tutto quello di cui avevo bisogno.
La mia preghiera è stata ascoltata.”

Antica poesia indiana

 

I VAMPIRI ENERGETICI

 

 
 
Verso la metà di ottobre il cielo apparirà ancora popolato da molti pianeti in Scorpione. Tradizionalmente lo Scorpione è regolato da Marte e Plutone che ne sono i pianeti in domicilio, esalta quindi le energie e guida le tendenze scorpioniche, sesso, soldi, passione, vendetta, tremenda vendetta, e incute quindi molto rispetto, se non timore, a volte giustificato a volte no. Venere nello Scorpione in particolare, si congiunge a Nodo Nord e Saturno proprio in questo periodo. Come prima osservazione possono aumentare i conflitti di tipo economico, lo tensioni sociali, ed in genere abbiamo sì molta voglia di ottenere quello che ci interessa, ma non riusciamo a farlo in modo sereno e tranquillo ed sembra che dobbiamo tormentarci per ogni piccola cosa che non va come avevamo pensato. Per quanto riguarda i rapporti interpersonali è anche il momento di uscire da rapporti tormentati o che non producono nulla, e sarà più facile farlo. Dobbiamo però evitare evitare i vampiri energetici. Sono persone che non hanno denti aguzzi, non vivono in Transilvania e non succhiano il sangue, eppure conviene starne alla larga. Si tratta di vampiri emozionali: persone dall’aspetto spesso innocuo ma che rappresentano un potenziale pericolo per chiunque venga in contatto con loro in quanto sono predatori di emozioni che utilizzano un innumerevole repertorio di espedienti per poter rubare la nostra energia. Spesso sono persone che invadono la nostra libertà senza porsi alcun limite e che sono convinte che tutto il resto dell’umanità sia stata creata per soddisfare i loro bisogni.
 All’inizio sembrano persone abbastanza normali ma, lentamente, dopo essersi conquistata la vostra simpatia, inizieranno a succhiare tutte le vostre energie emozionali, spesso amano nascondere le loro battute offensive in un attenggiamento di falsa cordialità e amicizia. Criticano il comportamento degli altri e sono pronti a sfruttare le ingenuità degli altri per poterne trarre un vantaggio personale. Il vampiro Scorpione non rispetta nessuna regola e vede le relazioni interpersonali come qualcosa da poter sfruttare a proprio vantaggio. Di solito il vampiro ha un atteggiamento amichevole che nasconde il suo vero intento che è quello di servirsi degli altri per ottenere dei benefici senza dare nulla in cambio. La sua strategia è quella di dare alle sue vittime l’illusione della sua disponibilità che non si concretizzerà mai.In altre parole siamo di fronte ad un personaggio che cerca di manipolare gli altri approfittando della loro disponibilità.Un’altra strategia che viene adottata dal vampiro è quella del ricatto emotivo che sfrutta facendo sorgere in noi dei forti sensi di colpa che lo aiuteranno a manipolarci con maggior facilità. Un altra tattica è quella del vittimismo emotivo che mettono in atto impersonando il ruolo della vittima. Stiamo alla larga da questi.
 Però in genere per il trigono con Giove in Cancro, le energie per agire sono buone, le intuizioni molto forti e vanno seguite, i risultati arriveranno, bisogna solo avere molta, molta pazienza. Venere sarà anche visibile nel cielo notturno; verso le 19:00 del 16 ottobre una brillantissima Venere (mag. –4,4)darà vita a una interessante congiunzione con la rossa Antares (+1,0), la celebre stella alfa dello Scorpione, che in passato significava per analogia del colore rosso, guerre, e quindi sangue, in arrivo. I nati in questo periodo saranno dei forti combattenti e nulla li potrà spaventare.

FIDUCIA NEGLI EVENTI CELESTI

Astrologia: La fiducia negli eventi celesti
—————————-
Mi accorgo che questo diario innocente di astrologia in realtà fa emergere una caratteristica molto profonda della storia del pensiero umano. Nella civiltà moderna un teen-ager di New York con occhiali e brufoli può in un paio minuti di determinare con assoluta certezza la posizione di un pianeta del sistema solare. Ma nessun ragazzo, nessun uomo, nessun esercito di uomini, nessun mondo di di scienziati potrà mai mai ricostruire il clima a Cairo 26 secoli fa per vedere vedere se pioveva o se c’era il Sole, o se alla sera la Luna era visibile. Tempeste, siccità, invasione di insetti, la migrazione degli animali, avvizzimento delle colture, tutti gli eventi vitali e cruciali per il benessere del genere umano nelle sue prime fasi, sfuggono a qualsiasi approccio scientifico, e sono impossibili da predeterminare. Solo le stelle ed i pianeti obbedivano, ed obbediscono tutt’oggi, a regole precise, ed è così che l’astrologia (ed astronomia) sono assurti sopra gli altri tentativi umani di investigare e prevedere con astuzia gli eventi naturali, in quello che si può chiamare la prima vera scienza del genere umano. Questo anche perché esse erano le uniche a funzionare.

LUNA NUOVA IN VERGINE

Il 5 settembre, Sole e Luna si incontrano a circa metà del segno della Vergine, con Mercurio poco lontano, Venere in Bilancia, Giove in Cancro, e Marte in Leone quadrato Saturno in Scorpione. Quest’ultimo aspetto ricopre la tensione ed i v…enti di guerra per la situazione in Siria. Fra le tante analogie e corrispondenze del segno della Vergine le più azzeccate sono senso dell’ordine, pulizia, precisione. Sole e Mercurio si trovano a proprio agio nel segno che viene definito il II segno Mercuriale, essendo i Gemelli il primo, con aspetti di creatività. Mercurio in Vergine governa la mente pratica tesa a risolvere problemi. La Vergine è sempre tra i primi (anche se si accontenta di un buon secondo posto) eccelle in matematica, musica, astronomia, astrologia, psicologia. Quindi questo Mercurio Virgineo è la connessione pura del VI raggio mente-materia. Per la tradizione esoterica , il cuore del nostro cosmo è una rete infinita di fibre luminose , tendenti al verde-azzurro che il colore di Gaia, la nostra amata terra, una rete di fili invisibili che dà vita alle sostanze vegetali , un intricato intreccio che permette la vita, perlomeno la vita come noi la conosciamo su questo pianeta. Non per nulla gli antichi raffiguravano la Vergine come una fanciulla innocente che regge una spiga di grano, simbolo del raccolto che in questo periodo dell’anno, se siamo stati previdenti, è abbondante. Il segno opposto, quello dei Pesci, rappresenta il limite segnato dalla dialettica degli opposti, quello del punto di caduta di questi raggi luminosi. E’lì dove tutto diventa caos, confusione, spesso delusione e disperazione. Saturno in Vergine ad esempio ammonisce di evitare tutti gli eccessi che portano distruzione e chiede, come nell’Età dell’Oro, che tutti si gli uomini si aiutino a vicenda, incita allo scambio produttivo, alla critica costruttiva. Saturno in Vergine assomiglia ad una situazione paradisiaca, dove tutti sono soddisfatti senza desideri ingestibili, senza insoddisfazione , autonomi, disponibili , autosufficienti ed in ottima salute. o . Monumenti a questa sazietà beata sono diverse divinità che provengono dalle più svariate culture, Indra , la Dea Madre , la Vergine Maria per i Cristiani, il Cavaliere Verde , e naturalmente il segno zodiacale della Vergine. Mercurio governa il QUINTO CHAKRA – VISHUDDHI, il Chakra della gola, si
posizione: all’altezza della spalle con il suo punto centrale nella gola. L’ effetto psicologico: previene la tendenza alla depressione, armonizza pensiero e sentimento, riduce lo stress.
Effetto fisico: regolarizza le disfunzioni della tiroide, cura i disturbi del linguaggio, dei polmoni e della respirazione a tutti i livelli.Organi del corpo: gola, collo, braccia, tiroide e paratiroide, Tonsille, laringe, corde volcali, esofago, bronchi. Ghiandola endocrina: tiroide. Corpo sottile: spirituale, animico, trascendenza, manifestazione, beatitudine. Livello di coscenza: superconscio personale, Buddha, il Buddismo. Senso: udito. Stato di energia: vibrazione. Elemento: Etere (secondo la concezione induista e dell’antica Grecia, costituisce la materia originaria da cui derivano tutti gli altri elementi).
Colore: verde-blu (il colore dell’anima).
Mantra: Ham.
Nota: Sol Diesis.
Numero dei petali o vortici: 16
Alimento: frutta, o dieta vegetariana.
Per questi motivi la luna nuova del 5 Settembre è utile per rivedere la nostra dieta e le nostre abitudini. Ma non solo. A livello esoterico ritroviamo il bisogno di comunicare senza aggredire, di condividere le nostre risorse, di utilizzare tolleranza e comprensione in tutto ciò che riversiamo con atti e pensieri nel mondo materiale. Solo così le nostre energie spirituali pure saranno rilasciate e sanate.

Il quinto chakra favorisce lo scambio della comunicazione tra noi e gli altri.
Mercurio è il pianeta del principio attivo della comunicazione, il soffio dell’ispirazione mentale e del respiro, primo segnale di vita della nascita di un essere umano. Il suo glifo con un cerchio, il sole, e una mezzaluna sopra, l’energia dell’Atman o soffio universale, maschile e femminile, che elimina la dualità, rappresenta l’inizio della vita, ed una croce sotto, la fine della vita stessa.
Questo chakra è strettamente legato a quello precedente, del cuore, come se, quando apriamo il quinto chakra bloccato ci permettiamo di ricevere l’energia del quarto, perché ascoltiamo il nostro intuito ad un livello superiore di coscienza.